Ciao Ray

E' morto alla veneranda età di 91 anni Ray Bradbury.
Due titoli: Fahrenheit 451 e Cronache Marziane.
Un paio di frasi da Fahrenheit 451, del 1953, sottolineo 1953.
...Riempi i loro crani di dati non combustibili, imbottiscili di "fatti" al punto che non si possano più muovere tanto sono pieni, ma sicuri di essere "veramente bene informati".
Dopo di che avranno la certezza di pensare, la sensazione di movimento, quando in realtà son fermi come un macigno.
E saranno felici, perché fatti di questo genere sono sempre gli stessi.
Non dar loro niente di scivoloso e ambiguo come la filosofia o la sociologia affinché possano pescare con questi ami fatti ch'è meglio restino dove si trovano.
Con ami simili, pescheranno la malinconia e la tristezza...
...«Non sono i libri che vi mancano, ma alcune delle cose che un tempo erano nei libri.
Le stesse cose potrebbero essere diffuse e proiettate da radio e televisori.
Ma ciò non avviene.
No, no, non sono affatto i libri le cose che andate cercando.
Prendetele dove ancora potete trovarle, in vecchi dischi, in vecchi film e nei vecchi amici; cercatele nella natura e cercatele soprattutto in voi stesso.»...
Ci sono dei visionari che hanno la capacità di leggere nel loro presente quello che sarà il futuro.
Il nostro presente è il futuro di visionari come Orwell e Bradbury.
Non riesco a trovare un visionario dei nostri tempi in grado di darmi una visione del domani.
Forse perchè in questo mondo così moderno non esistono parole abbastanza cupe per descriverlo, quel domani...

Leggi tutto l'articolo