Ciclo mestruale abbondante: cos'è l'ipermenorrea e come contrastarla

Quando il ciclo mestruale è particolarmente abbondante o irregolare potrebbe trattarsi di ipermenorrea.
Si tratta di una patologia che colpisce moltissime donne e che può rivelarsi invalidante, mettendo a rischio le attività quotidiane.
Il disturbo può colpire donne di qualsiasi età che si trovano nel periodo fertile e a volte è correlato ad altre malattie.
Quando si parla di ipermenorrea? In condizioni normali il ciclo mestruale ha una perdita ematica pari a 40 millilitri al giorno e dura da un minimo di 2 ad un massimo di 7 giorni.
Siamo in presenza di ipermenorrea quando il flusso è troppo abbondante, supera gli 80 millilitri giornalieri e dura più di 7 giorni.
Questo causa non solo la necessità di cambiare spesso l'assorbente, ma anche problemi ben più gravi.
L'utero infatti non riesce a fermare la perdita di sangue e spesso all'ipermenorrea si accompagna un altro disturbo, la metrorragia, che causa perdite di sangue anche nei giorni in cui le mestruazioni dovrebbero essere assenti.
Quali sono i sintomi più frequenti di questa patologia e come riconoscerla? Solitamente questo problema causa l'anemia che si manifesta con segnali come stanchezza, astenia, insonnia, spossatezza, cefalea, irritabilità e poca concentrazione.
Le cause possono essere di varia natura e non sempre è facile distinguerle.
Solitamente a provocare l'ipermenorrea sono fibromi e polipi uterini, tumori dell'utero, alterazioni dell'ovulazione, metodi anticoncezionali invasivi come per esempio la spirale, la sindrome dell'ovaio policistico, l'adenomiosi e l'iperplasia endometriale.
Come risolvere il problema? Per iniziare una terapia prima di tutto è fondamentale individuare la causa precisa della patologia.
Il più delle volte l'alleato migliore per sconfiggere il disturbo è una terapia anticoncezionale che consentirà di ristabilire l'equilibrio ormonale.
Se la causa è la presenza di un eccesso di estrogeni, sarà necessario seguire una cura sostitutiva con farmaci progestinici, se invece a provocare l'ipermenorrea è la spirale, sarà importante cambiare sistema anticoncezionale, scegliendone uno meno invasivo.
Quando i farmaci non risultano efficaci si può ricorrere in casi estremi alla chirurgia, soprattutto se la causa del problema sono fibromi o polipi.
Infine si può ricorrere anche a diversi rimedi naturali, fra cui la vite e l'ippocastano, che consentono di migliorare il microcircolo.

Leggi tutto l'articolo