Civiltà americana

La mia generazione è stata abituata, da una propaganda dettata dalle esigenze della guerra fredda, a considerare gli USA come la patria non solo del benessere, ma anche della libertà e della civiltà, la terra del “sogno” e della mobilità sociale, della democrazia....
Sono tutte cose vere, in astratto, ma ogni giorno che passa ci rendiamo conto che la realtà è un tantino diversa.
Non mi riferisco a quelli che possono essere considerati “incidenti”, ma a una mentalità, che definire da far west è fin troppo semplice.
Cosa porta un poliziotto a sparare a un ragazzo disarmato? Cosa può portare un altro poliziotto a uccidere un altro ragazzo mediante scariche elettriche? E cosa può portare lo stato a spiare in modo massivo i suoi stessi cittadini, nonché sedi diplomatiche estere e dio sa cos'altro? Non parliamo dello squallore di proteggere le priprie spie anche quando commettono delitti e anzi addirittura telefonare a un capo di stato estero per chiederne la grazia...
Ho l'impressione che in materia di diritti umani gli stati uniti abbiano ancora molto da imparare, molta strada da percorrere.
 

Leggi tutto l'articolo