Colombo nel cda Rai? Garantirà noi contribuenti". Mauri (Gems)

"Proposi a Gherardo Colombo la vice presidenza della Garzanti appena si dimise dalla magistratura perché avvertivo una Italia divisa in due...
Mi pareva così di dare anche un segnale, di rompere uno spartiacque virtuale creato dalla propaganda politica per i suoi fini demagogici...
Credo che la proposta di nominarlo nel cda della Rai indichi la necessità di rappresentanza della società civile e dei cittadini attraverso uno dei suoi esponenti più specchiati ed equilibrati oltre che naturalmente giuridicamente preparato".
Stefano Mauri, presidente e Ad di Gems, commenta con Affaritaliani.it la possibilità che l'ex magistrato - attuale presidente della Garzanti - entri nel Cda Rai.
Mauri è stato appena nominato da Napolitano "Cavaliere del Lavoro": "Un riconoscimento a un'impresa culturale di successo costruita con pazienza e tenacia da due generazioni e da due famiglie appassionate di questo lavoro..." - L'INTERVISTA Giovedì, 21 giugno 2012 - 08:36:00 di Antonio Prudenzano   Stefano Mauri, presidente e Ad di Gems, nel settembre 2009 lei ha nominato presidente della Garzanti Gherardo Colombo.
In questi giorni si discute proprio sul nome dell'ex magistrato, indicato (con Benedetta Tobagi) da tre associazioni (‘Libera’, ‘Libertà e giustizia’ e ‘Se non ora, quando’) per il cda Rai, con l'appoggio del Pd (sostegno che ha fatto arrabbiare Di Pietro).
Lei come ha preso la notizia? Uno dei magistrati simbolo dell'operazione Mani pulite è in grado di svolgere quel delicatissimo ruolo? Cosa potrebbe dare alla Rai Colombo? "Penso che negli ultimi anni la competizione politica si sia concentrata soprattutto sulla conservazione del potere che deriva dall'urna calpestando svariati principi del vivere civile e avvelenando un po' troppi pozzi.
A molti sono state affibbiate etichette politiche con il fine di screditarli, di non far riflettere su ciò che dicevano.
Come se tra la politica attiva e gli affari non esistesse più uno spazio civile nel quale uno dice o fa quel che ritiene giusto anche se non sta facendo i propri interessi o quelli di una parte.
Proposi a Gherardo Colombo la vice presidenza della Garzanti appena si dimise dalla magistratura perché avvertivo una Italia divisa in due: chi pensava che politici e imprenditori fossero tutti potenziali inquisiti e chi che i magistrati che li inquisivano avessero solo moventi politici, anche perché 'tutto bene' non fa notizia.
Mi pareva così di dare anche un segnale, di rompere uno spartiacque virtuale creato dalla propaganda politica per i suoi fini demagogici [...]

Leggi tutto l'articolo