Colpire i padri per delegittimare i figli: la politica si schieri contro questo giochino schifoso

Colpire i padri per delegittimare i figli: la politica si schieri contro questo giochino schifoso
L’abbiamo detto per Di Maio e Boschi, lo ribadiamo per Renzi: le colpe dei padri non ricadono sui figli. E la pratica di sporcare la reputazione dei giovani politici andando a colpire i loro affetti più cari andrebbe combattuta. Peccato che i primi ad approfittarne sono i giovani politici stessi
Dell’inchiesta su TIziano Renzi e Laura Bovoli, genitori dell'ex presidente del consiglio Matteo Renzi, sappiamo poco e nulla: che sono agli arresti domiciliari e che l’indagine che li riguarda è una storia di fatture false relativa a tre cooperative di proprietà della famiglia. Sappiamo altro, però: che è la quarta volta - anzi, la quinta: Renzi ci è passato due volte - in cui un giovane politico della Terza Repubblica finisce nell’occhio del ciclone per presunti reati commessi da uno dei suoi genitori. È successo a Maria Elena Boschi, figlia di Pierluigi, vice presidente di Banca Etruria che ...

Leggi tutto l'articolo