Colpo da 50.000 euro in una ditta Vigilante sventa un altro furto

Cronaca 31 dicembre 2014 Colpo da 50.000 euro in una ditta Vigilante sventa un altro furto Nuove scorribande dei ladri nell’Empolese Valdelsa, a Stabbia rubati 330 impermeabili Assalto notturno anche a un bar di Ponte a Cappiano, ma i malviventi sono costretti a fuggire FUCECCHIO.
Le festività non fermano le scorribande dei ladri.
Anzi.
L’escalation di furti va avanti senza sosta.
Stavolta sono finite nel mirino due aziende: un furto (da cinquantamila euro) è andato a segno a Stabbia, mentre a Fucecchio il colpo è andato in fumo.
Nella notte tra domenica lunedì i ladri sono entrati all'interno di una ditta di Stabbia, di proprietà di un imprenditore cinese, forzando una porta antipanico.
Dal capannone sono stati portati via 337 capi di impermeabili.
La denuncia è stata presentata dal titolare ai carabinieri della compagnia di Empoli che hanno avviato le indagini.
L’azienda però non è dotata di un sistema di videosorveglianza e questo complica non poco il compito delle forze dell’ordine: difficile capire in quanti hanno agito, con quali modalità e se ci sono analogie con altri furti messi a segno di recente nell’Empolese Valdelsa.
Tutto fa pensare comunque che si tratti di una banda di professionisti, che aveva studiato il piano nei minimi dettagli, considerato anche il valore del bottino.
A Fucecchio, invece, hanno tentato l'assalto al bar-ristorante, in piena notte, ma stavolta il colpo è fallito e la banda se n'è andata di corsa e a mani vuote.
Tutto merito del tempestivo intervento di un agente di un istituto di vigilanza, che in pochissimi secondi è arrivato sul posto e ha costretto i ladri alla fuga.
Il furto è stato tentato nelle prime ore di ieri alla "Rossa" di Ponte a Cappiano.
I malviventi hanno parcheggiato l'auto poco distante dall'attività, sulla provinciale Francesca e sono arrivati sul piazzale a piedi.
Si sono diretti verso una porta secondaria e l'hanno forzata.
Ma non appena sono riusciti ad aprirla è scattato l'allarme collegato alla sala operativa dell'istituto di vigilanza.
Proprio in quel momento un agente era impegnata in un giro di controllo in alcune attività che si trovano a poche decine di metri dal ristorante-pizzeria: è stato immediatamente allertato e quando è arrivato alla Rossa ha visto alcuni uomini fuggire a piedi.
«E' la seconda volta che ci provano in cinque mesi - racconta Lorenzo Rocchini, che lavora nel locale di Ponte a Cappiano - ma per fortuna non sono riusciti a entrare.
Probabilmente volevano mettere le mani su gratta e vinci e sigarette, anche perché [...]

Leggi tutto l'articolo