Coltello in pugno assalta negozio

La Spezia Cronaca 11 febbraio 2010 Coltello in pugno assalta negozio La rapina è fallita grazie alla reazione del commerciante che ha finto di premere l’allarme Pino Meneghini L’anziana signora era in piedi dietro il banco intenta a leggere una fattura quando ha scorto un’ombra davanti a sé.
Si è resa però subito conto della gravità della situazione, davanti a lei vi era infatti un giovane che le puntava un coltello verso il viso e a gesti, con qualche parola in un improbabile italiano, le chiedeva di aprire la cassa e di dargli il non ricco incasso.
La donna, benchè terrorizzata, ha avuto la presenza di spirito di mostrare all’aggressore un bottone sul bordo del banco col quale poteva chiamare aiuto e far accorrere gente.
Solo a quel punto il malintenzionato ha abbassato l’arma ed è sparito velocemente come era apparso.
Questa scena è accaduta nel pomeriggio di qualche giorno fa nella centralissima via Mazzini, in un negozio di articoli per signora, e la titolare, dopo aver raccontato il fatto alla figlia e a commerciante a lei vicino, non ha voluto più parlare del caso né fare denuncia agli organi di polizia.
Un episodio che ne ricorda un altro, accaduto parecchi mesi fa sempre in via Mazzini, che vide un’altra negoziante, più giovane e robusta, brandire un coltellaccio e avanzare minacciosa al di là del banco mettendo così in fuga due extracomunitari che le avevano chiesto, con una lama in mano, la consegna del denaro in cassa.
Non è invece riuscito a difendere i ricavi custoditi nel retro del negozio, un altro commerciante, ancora di via Mazzini, con negozio a pochi passi dal vescovato, che al ritorno dalla sosta per il pranzo ha avuto la brutta sorpresa di trovare la porta del negozio forzata e l’incasso di 300 euro sparito.
E ciò nonostante l’allarme fosse regolarmente scattato, mettendo subito in azione la vigilanza privata, che nulla ha però potuto fare di fronte al fulmineo riuscito tentativo del ladro scassinatore.

Leggi tutto l'articolo