Coltivare canapa si può, ma conviene?

Lo sapevate che l'unione europe ha approvato la coltivazione di canapa? La cosa non vuol essere divulgata, specialmente in paesi come il nostro, ma è tutto vero e vale la pena approfondire la cosa nei minimi dettagli non credete? Dunque vediamo di cosa tratta.
Anzi tutto la canapa da piantare non può superare un certo quantitavito che per altro è abbastanza elevato.
Infatti si possono coltivare ben 100 metri quadri di terreno, vi rendete conto quanti sono? Proprio tanti.
L'unica pecca è che tutto ciò è stato fatto per aiutare le industrie che ne fanno uso a scopi commerciali, come per abbigliamento, cibo, farmaceutica, e quant'altro ne richieda l'uso quindi la qualità non può essere certo come quella del mercato nero, nonostante venga prodotta industrialmente e fornita dalla già famosissima banca dei semi (olandese) e fornitrice mondiale di sensimilia "Sensi Seed", la quale offre per 100€ una busta da 1000 semi di cannibis legale, non femminilizzati ovviamente (ossia non tutti femmine), che contengono una quantità minore di THC, ora di preciso non so quanto, andrebbe approfondito, ma nei prossimi giorni cercheremo di farlo.
Già perchè non è detta che debba per forza di cose essere solo a uso personale.
Come non è detta che bisogna per forza piantarne 100 metri quadri, oppure 1000 semi.
Nel caso invece si volesse commercializzare, vi sono appunto società apposite che la comprerebbero per i suddetti prodotti a base di canapa, senza noie legali nient'altro.
Ricordo che la cosa è approvata dall'unione europea la quale fornirà ovviamente un certificato per poter procedere ed acquistare.
Anche se...
l'acquisto di semi non è mai stato illegale visto che non contengono alto quantitativo di THC.
Trovate tutto ciò minuziosamente al seguente sito che però è in inglese: http://www.hempflax.com/en/uso-31-certificate.asp Oppure ecco il sito della Sensi Seed anche in italiano, che oltre alla normale banca dei semi (quelli tosti intendo) vende anche la suddetta confezione: http://www.sensiseeds.com/   La sezione che vi interessa la trovate su: Hempflax Ovviamente c'è il trucco, infatti questa varietà che la comunità auropea permette di coltivare è pressochè fieno (falasco come la chiamiamo noi) ossia erba di fibra, la quale contiene il 0,2% di THC, meno del niente e non è molto meglio che fumare il maschio ve lo assicuro.
Ecco perchè nessuno la coltiva e non trovano quindi persone disposte a venderla per tali scopi dove la comprano per 2 soldi a kg e bisogna farsi un mazzo tanto per nulla, nemmeno il gusto di [...]

Leggi tutto l'articolo