Come ai tempi di Rosa Parks. "Sei di colore, vai a sederti in fondo"

L'episodio, sostenuto da due testimoni, su un bus da Trento a Roma: una donna si rifiuta di far sedere al suo fianco un senegalese con regolare biglietto.«Fatto gravissimo, che purtroppo ricorda molto la segregazione razziale. Ci sono dei tabù che stanno venendo meno, e lo dico con enorme rammarico. Finiamola con l'equazione sicurezza=immigrazione»
IL FATTO LA STORIA LA DOCUMENTAZIONE IL RACCONTO DEI RAGAZZI.La corriera arriva puntuale, salgo, mostro il biglietto all’autista e vado a sedermi al mio posto pronta per il lungo viaggio. Assieme a me salgono anche altre persone, tutte puntualmente seguono il mio stesso iter e si siede. Tra queste persone sale pure Mamadou, un ragazzo senegalese di 25 anni. Mamadou dopo aver mostrato il biglietto all’autista si dirige al suo posto, fa per sedersi quando... “qui no. Vai via, vai in fondo.”. Ad esclamarlo è quella che dovrebbe essere la sua vicina di posto: una signora italiana verso la quarantina con capelli rossicci.
Questa donna si rifiut...

Leggi tutto l'articolo