Come cancellare le ricerche vocali di Alexa

Alexa è tra gli assistenti digitali vocali più famosi del mondo.
L’assistente targato Amazon, infatti, è riuscita a guadagnare un discreto vantaggio sui diretti rivali e, complice il supporto di centinaia di sviluppatori terzi, è il fiore all’occhiello degli Amazon Echo, la famiglia di smart speaker del gigante dell’e-commerce.
Che si tratti delle previsioni meteo, del “riassunto” della giornata con gli appuntamenti e gli incontri presenti nel calendario, di informazioni su un’attività commerciale o un personaggio pubblico poco importa.
Alexa, infatti, è in grado di rispondere a ogni richiesta che le viene posta.
Tutte le ricerche vocali di Alexa vengono però memorizzate nei server di Amazon, liberamente accessibili ai revisori umani di Amazon anche nel caso in cui l’utente cancelli il profilo.
Proprio per venire incontro alle esigenze degli utenti più attenti alla privacy, Amazon ha recentemente introdotto un nuovo strumento che permette di cancellare le ricerche vocali di Alexa.
Ecco come si usa.
Novità Alexa: eliminare le ricerche vocali Alexa, l’assistente vocale di Amazon, è entrata nelle case di molti consumatori, italiani inclusi.
Per chiacchierarci basta pronunciare i comandi vocali: chiedere di accendere una lampadina, fare il caffè, aiutarti a fare una ricetta o controllare la casa grazie alla connessione con telecamere di sicurezza.
Queste ricerche rimangono nella memoria del dispositivo.
Molti utenti hanno perciò lamentato un’assenza di privacy.
Mercoledì scorso, durante la presentazione del nuovo Echo Show 5, Amazon ha annunciato la nuova attesissima funzionalità, cioè l’opportunità di eliminare le registrazioni vocali sui dispositivi Alexa.
Per ironia della sorte, per farlo occorre pronunciare la seguente nota vocale: “Alexa, cancella tutto quello che ho detto oggi”.
E d’un colpo la registrazione verrà cancellata.
Questa è una notizia importante, soprattutto per tutti gli utenti particolarmente esigenti e attenti alla propria riservatezza, che hanno dubbi su come Amazon utilizzi i dati sensibili, anche quelli pronunciati a voce.
Perché Amazon ha deciso di lanciare la nuova funzione? La decisione arriva dopo che diverse ricerche hanno avanzato dei dubbi circa l’utilizzo da parte di Amazon di tutte le informazioni fornite dagli utenti.
Altri hanno scoperto che il dispositivo registrava conversazioni private avvenute tra le mura domestiche.
Ad aprile Bloomerg ha rivelato che alcuni dipendenti Amazon avrebbero ascoltato tali dialoghi personali e li [...]

Leggi tutto l'articolo