Come cucinare il cavolfiore

Oltre a essere un alimento che fa benissimo a tutto l’organismo, il cavolfiore si sposa alla perfezione con tantissime ricette.
Ma come cucinare il cavolfiore? Le possibili risposte sono molteplici: da solo, con la pasta, come sformato, come insalata.
Mille modi per cucinarlo.
La sua versatilità può scatenare la fantasia di qualsiasi chef.
Vediamo quali sono i modi più utilizzati per prepararlo.
LE RICETTE COL CAVOLFIORE PROTAGONISTA – Da solo, per un classico contorno o per un secondo di stampo vegetariano, il cavolfiore può essere fatto al forno (togliendo le foglie e sbollentandole), gratinato (pulendo il cavolfiore e lessando le cimette al dente), o ancora al vapore (lessando la verdura divisa in cimette e poi insaporendola con una marinata di olio, cumino e curry).
IL CAVOLFIORE CON LA PASTA – Abbinato alla pasta non c’è limite all’immaginazione, ma ricette tipiche sono le penne al cavolfiore, le orecchiette col cavolfiore ed i paccheri con il cavolfiore.
Ovviamente va benissimo anche per fare un buon risotto, gustoso e sostanzioso.
PREPARARE IL CAVOLFIORE IN MODO ORIGINALE – Per chi volesse sperimentare ricette più particolari si può fare il cavolfiore in salsa piccante (lessandolo in acqua mentre dorerete il burro in tegamino per servirlo con la salsa realizzata) o addirittura le Buffalo wings al cavolfiore (si parte dalla ricetta per le tipiche alette di pollo ma qui le cimette di cavolfiore verranno immerse nella pastella e cotte al forno).
C’è poi anche la pizza di cavolfiore (si prepara macinando il cavolfiore, passandolo al microonde e poi unendolo agli altri ingredienti per ottenere una sfoglia che verrà cotta parzialmente prima di essere condita).
LO SFORMATO DI CAVOLFIORE – Come detto poi il cavolfiore è perfetto anche per uno sformato (eccezionale quello dove viene accompagnato dalle zucchine).
Insomma, tante ricette per poter amare ancora di più questo alimento gustoso e salubre.

Leggi tutto l'articolo