Commando armato assalta portavalori, è caccia ai malviventi

Cronaca 02/Febbraio/2016 - 08:10 VETRALLA Commando armato assalta portavalori, è caccia ai malviventi E’ caccia grossa al commando, probabilmente composto da due automobili con 4 persone a bordo, che ieri pomeriggio, lunedì febbraio, ha assaltato un portavalori lungo la Superstrada tra Vetralla e Monte Romano.
Nella serata di ieri si è messa in moto la ricerca dei banditi cercando di chiudere tutte le vie di fuga al comando.
Il colpo, piuttosto spettacolare, è avvenuto nel cuore del pomeriggio a Cinelli, tra Vetralla e Monte Romano.
Il mezzo, da quello che si è appreso, stava trasportando dei valori verso la Capitale e aveva caricato da poco.
I vigilantes non si sono resi conto, probabilmente, che erano seguiti da un’auto che, nei pressi di Cinelli gli ha sbarrato la strada.
L’azione è stata piuttosto fulminea.
Tre persone, probabilmente a volto coperto, sono scese dall’auto impugnando, sembra, una pistola e un fucile.
Hanno minacciato i vigilantes facendosi aprire il portellone dove c’erano i valori.
Pare che per “convincere” i vigilantes abbiano minacciato di piazzare un ordigno esplosivo sul vetro del portavalori.
Da quello che sembra non sarebbero stati esplosi dei colpi.
Poi sono scappati via a tutta velocità.
Come accennato all’azione avrebbe partecipato anche una seconda auto che ha fatto da supporto, ma su questo punto, sono ancora in corso degli accertamenti.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri che si stanno occupando delle indagini.
E’ intervenuta anche una pattuglia della polizia stradale per gestire il traffico e bloccare le vie di fuga.
Nella tarda serata i carabinieri con un grosso dispiegamento di forze hanno organizzato dei posti di blocco intorno all’area dove è avvenuta la rapina per non far scappare i malviventi.
Sono state raccolte anche le testimonianze dei vigilantes che erano a bordo del mezzo.
E’ ancora da quantificare il bottino della rapina.
http://corrierediviterbo.corr.it/news/home/211481/Commando-armato-assalta-portavalori-e-caccia.html

Leggi tutto l'articolo