Comunismo,una parola,che ormai non ha piu' lo stesso significato,sara' invecchiato,o sono gli uomini,che non sono piu' uomini?

Il comunis ssmo,fonda i suoi principi fondamentali su un' idea di Karl Marx (fondamentalmente) e di altri uomini tipo Lev Trotsky (visuto molti anni dopo).
Tali principi erano basati sudiverse idee,ne ricordero' solo alcune,per dar spunto alla mia domanda.
Uno dei valori fondamentali del comunismo,era ed è,la lotta fatta contro la classe dei padroni,attualmente chiamati imprenditori o capi d'industria,per lo sfruttamento delle classi minori,gli operai.
Un altro principio cardine dell'idea Marxiana e poi Trotskyana,permettetemi,tali licenze,era la lotta contro tutti i tipi di burocratizzazione.
Attualmente,mi sembra che la sinstra,e secondo me è uno tra i motivi del suo indebolimento,tollera,eforse protegge troppo la classe dei burocrati.
Di conseguenza,mi nasce spontanea una domanda: Il vero oppressore,la vera classe dei padroni,puo essere LA BUROCRAZIA? Grazie e saluti
"Indiscutibilmente il comunismo è al capolinea.
Però i problemi che il comunismo avrebbe voluto risolvere sono ancora tutti li.
Il capitalismo dei paesi "sviluppati" si regge in piedi nella misura in cui riesce a sfruttare altri paesi che sviluppati lo sono di meno.
Al capitalismo ora non basta più sfruttare gli altri paesi, ma ha necessità di sottrarre risorse anche ai propri cittadini.
Siamo arrivati a un punto che nonostante siamo al limite delle possibilità di sfruttamento delle risorse del pianeta, dobbiamo consumare per sostenere questo sistema.
In sostanza anche il capitalismo non è più in grado di far fronte ai bisogni delle persone.
La burocrazia è solo un effetto collaterale del sistema.
Ce ne sono altri di effetti collaterali.
L'informazione pilotata, la corruzione generalizzata, le leggi imposte dal potere economico sono solo alcuni di questi."

Leggi tutto l'articolo