Con PERMESSO - La Cervelle Micron

 
Per legge è dovere inderogabile del giornalista l'osservanza della verità sostanziale dei fatti.
Le polemiche sul voto di fiducia chiesto a proposito del decreto Mille proroghe misurano l'ignoranza dilagante e strumentale della classe politica italiana.
 
Si contesta all'M5S l'aver chiesto il voto di fiducia su un testo diverso da quello emendato nelle commissioni parlamentari. La commissione è organo consultivo: significa che il potere legislativo, inclusi gli atti finali, è in capo al Parlamento, il quale vota a maggiornanza un testo, che sia licenziato o meno dalle commissioni pertinenti. Perciò, quel che il parlamento decide per voto esprime l'atto conclusivo e risolutivo. Che la funzione adiuvante o lenitiva delle commissioni parlamentari sia parte di un esito a rispettarsi, vale per deontologia istituzionale; che il dovere all'ascolto vanti dignità propria, forma la base dei principi democratici. Dopodiché, la legge si forma in Parlamento. Costa dirlo per le coloriture ecce...

Leggi tutto l'articolo