Con Snowden di Oliver Stone, si squaglia la verginit� IUesEI !

Finalmente  !!! Dopo che i libri di Storia della scuola Borghese, la cultura letteraria e i letterati Borghesi, la Stampa e i Media  Borghesi ci hanno fatto due coglioni cosi colla "Più Grande Democrazia del Mondo", colla bontà ancestrale verso i deboli, e l'eroismo e il sacrificio e l'esportazione della democrazia, finalmente, gli Stati Uniti escono sverginati e a nudo nel nuovo film del grande Oliver Stone.
Il regista che ha portato sullo schermo la disperazione e la sofferenza di un'intera generazione mandata di forza, deportata dai banchi di scuola e dalle strade nelle trincee a morire a decine di migliaia di Km da casa per ideali inesistenti all'atto pratico, costruiti dalla propaganda e dal "Sistema Democratico Borghese", ha centrato nuovamente nel segno.
Nonostante tutta la paccottiglia generata nella fabbrica dei sogni in California (Stone è fieramente fuori dal tritacarne hollywoodiano), perchè come diceva Mussolini, "la cinematografia è l'arma più forte", Secoli di Superuomini (come non citare Wayne, Reagan, Stallone e milioni di altre pippe del grande scherno a stelle e strisce), al servizio di una Supergiustizia, di un SuperFineUltimo, Supremo, una pax et justitia falsa e tendenziosa esattamente come la favola di Abramo Lincoln e della liberazione dei negri schiavi.
Nonostante tutto questo, OGGI veri eroi e non di cellulosa ma in carne ed ossa, portano a conoscenza del Mondo intero ciò che si cela realmente dentro le pieghe della propaganda.
Uno, Snowden, potrebbe essere definito un americano che ha aperto gli occhi sulla realtà, ha cercato di cucirsela addosso, di difenderla, come la sua bandiera.
Ma è arrivato infine ad un punto di non ritorno...
Tacere, obbedire e far finta di nulla come molti suoi colleghi, forse un po meno sensibili, oppure prendere posizione e denunciare che la democrazia e le libertà, alla fine, hanno un prezzo altissimo.
Il costo equivale al beneficio anzi, questi viene subordinato al costo e quindi non esiste l'Altro, Oliver Stone, sempre più documentarista, una sorta di filmaker d'inchiesta, sempre meno amato in Patria! Perchè Libertà e Verità viaggiano parallele e hanno un costo salato che consiste nella libertà e verità stesse.
  LE VITE DEGLI ALTRI.
I regimi totalitari cattivi vengono sconfitti nella guerra fredda da regimi anch'essi totalitari, ma sorretti da una facciata democratica formale, e perciò buoni.
Chi non si ricorda un Film e un regista che definire ridicoli è riduttivo, ovvero il pluridecorato al congresso degli Oscar hollywoodiani Florian Henckel [...]

Leggi tutto l'articolo