Con Snowden di Oliver Stone, si squaglia la verginità IUesEI !

Finalmente  !!! Dopo che i libri di Storia della scuola Borghese, la cultura letteraria e i letterati Borghesi, la Stampa e i Media  Borghesi ci hanno fatto due coglioni cosi colla "Più Grande Democrazia del Mondo", colla bontà ancestrale verso i deboli, e l'eroismo e il sacrificio e l'esportazione della democrazia, finalmente, gli Stati Uniti escono sverginati e a nudo nel nuovo film del grande Oliver Stone.Il regista che ha portato sullo schermo la disperazione e la sofferenza di un'intera generazione mandata di forza, deportata dai banchi di scuola e dalle strade nelle trincee a morire a decine di migliaia di Km da casa per ideali inesistenti all'atto pratico, costruiti dalla propaganda e dal "Sistema Democratico Borghese", ha centrato nuovamente nel segno.
Nonostante tutta la paccottiglia generata nella fabbrica dei sogni in California (Stone è fieramente fuori dal tritacarne hollywoodiano), perchè come diceva Mussolini, "la cinematografia è l'arma più forte", Secoli di ...

Leggi tutto l'articolo