Confindustria e CGIL:Due piani a confronto

  A distanza di pochi giorni l’una dall’altra, Confindustria e Cgil sono entrate ufficialmente nel dibattito elettorale presentando le loro «agende» su crescita e occupazione.
Si tratta di una buona notizia, per almeno due ragioni.
Innanzitutto perché con questo gesto le parti sociali danno un segnale di serietà e concretezza proprio nel momento di massima fibrillazione della campagna elettorale.
In secondo luogo perché i due documenti contengono proposte dettagliate, con tanto di cifre su impieghi e risorse.
È forse la prima volta che le due principali organizzazioni del mondo del lavoro si confrontano condividendo una cornice di pragmatismo metodologico e di rispetto dei vincoli di bilancio.
Editoriale di:Maurizio Ferrera Le priorità della CISL

Leggi tutto l'articolo