Conservazione...

Purtroppo, come dice Wittgenstein (il filosofo, non il blogger), occorre sempre concordare sul significato che vogliamo dare alle parole.
Spesso leggo, o sento parlare di "aree protette" come aree di conservazione.
Concetto splendido, ma di respiro un po' più ampio della accezione che molti ambientalisti solgono dargli.
Conservazione non è l'ingessatura delle condizioni ambientali come ce le hanno consegnate i nostri avi, ma lo studio per la valorizzazione di un'area secondo quelle che sono stati nel tempo i punti di forza, quali endemismi animali e vegetali certamente, ma anche attività produttive e insediamenti umani, che abbiano avuto un'importanza e un riscontro storico.
Perchè l'uomo fa parte della natura, e se le megalopoli sono delle oscenità "innaturali", le malghe, le baite, i ritrovamenti preistorici e i reperti storici sono parte della cultura naturale ed ambientale del luogo...

Leggi tutto l'articolo