Consumatori europei poco consapevoli dei propri diritti

da Help Consumatori Da un Eurobarometro pubblicato oggi in occasione del Vertice europeo dei consumatori 2011 emerge che oltre la metà degli intervistati (56.471 consumatori) non si ritiene informato né tutelato in quanto consumatore.
I danni denunciati dai consumatori rappresentano lo 0,4% del PIL dell'UE.
Forse Internet può migliorare la consapevolezza dei propri diritti tra i consumatori.
Più della metà degli europei non si ritiene informato né tutelato in quanto consumatore.
Mentre un consumatore informato e consapevole dei propri diritti riesce ad identificare facilmente l'offerta migliore e, in caso di problemi, fa subito ricorso, il consumatore vulnerabile, che non conosce i propri diritti, ha difficoltà a capire quali scelte deve fare e, in caso di problemi, è più restio ad agire.
E' il quadro che emerge da un Eurobarometro pubblicato oggi, in occasione del Vertice europeo dei consumatori 2011; l'inchiesta è stata condotta nel 2010 in 29 paesi (i 27 Stati membri più Islanda e Norvegia) ed ha coinvolto 56.471 consumatori ai quali sono state poste 70 domande riguardanti: competenze dei consumatori, conoscenza dei propri diritti e assertività.
L'obiettivo dello studio era quello di conoscere le competenze, il grado di consapevolezza e di assertività dei consumatori al fine di elaborare e sviluppare politiche migliori, a livello sia comunitario che nazionale, che tengano conto del comportamento effettivo dei consumatori.

Leggi tutto l'articolo