Conte è complice di Salvini, non basta una lettera per rifarsi una verginità.

Sui migranti e non solo Conte è stato complice di Salvini, non basta una lettera per rifarsi una verginità
La lettera di Conte sul caso Open Arms è stata interpretata da molti come uno schiaffo a Salvini e una lezione di umanità e dignità. Non basta un post acchiappalike per compensare il disastro che le scelte del governo hanno contribuito a determinare in tema di gestione dei flussi e di accoglienza. E la responsabilità di Conte è enorme.
La lettera di Giuseppe Conte al ministro dell'interno Matteo Salvini, in relazione al caso Open Arms, è stata l'evento politico della giornata di Ferragosto. Una lettera aperta, che seguiva quella privata per chiedere a Salvini lo sbarco e l'assistenza dei minori presenti sulla Open Arms, che è stata accolta con grande entusiasmo non solo dai tanti sostenitori del Movimento 5 Stelle, ma anche da tanti italiani che hanno interpretato il messaggio come un ulteriore momento di svolta nella linea del capo del governo alla questione immigrazione. Perc...

Leggi tutto l'articolo