Conte "Stiamo lavorando, onoreremo il Trofeo Tim"

Calcio - Serie A Inter, Milan e Juventus di fronte al Trofeo Tim: Antonio Conte non vuole farsi trovare impreparato.
"Siamo la Juventus e cercheremo comunque di onorarlo nel migliori dei modi" "Sono impegni relativamente impegnativi, in quanto siamo solo al nono giorno di allenamento.
Stiamo comunque provando tanto, anche con la rosa piena zeppa di calciatori Primavera e di nuovi giocatori che devono integrarsi: li considero dei buoni test per vedere se il calcio che vogliamo proporre, piano piano, sta entrando nelle nostre teste.
Però, sono test da prendere come allenamenti".
Così, dal ritiro di Chatillon, Antonio Conte, a proposito del Trofeo Tim, in programma domani sera.
"Il ritiro è fatto per lavorare, sia dal punto vista atletico che tecnico-tattico.
È un momento in cui si sta costruendo qualcosa di importante: il Trofeo Tim capita dopo soli dieci giorni ed è un impegno che va preso con le pinze.
Siamo la Juventus e cercheremo comunque di onorarlo nel migliori dei modi", ha puntualizzato l'allenatore dei bianconeri.
"Ci sarà certamente turnover.
Abbiamo 11-12 giocatori effettivi titolari.
Poi ci sono ragazzi della Primavera.
Sono impegni che devono essere presi con la giusta considerazione: quindi qualcuno giocherà anche 70 minuti".
Non poteva che essere un allenamento incentrato sulla tattica, quello di questo pomeriggio, l'ultimo prima del Trofeo Tim, in cui la Juventus affronterà Inter e Milan.
Dopo il riscaldamento e il torello infatti i bianconeri si sono subito concentrati sugli schemi, prima provando solo i movimenti, quindi dedicandosi anche alla circolazione palla e all'azione offensiva.
I meccanismi sono stati poi applicati durante la partitella, 11 contro 11 su metà campo, terminata 4-3 per i giocatori con la pettorina arancione.
Alla tripletta di Boakye, con il primo gol su rigore toccato, ma non neutralizzato da Leali, hanno risposto la doppietta di Matri e le reti di Vidal e Lucio.
Un'ora e quaranta di allenamento, seguito con il consueto affetto da parte dei tifosi, che anche questo pomeriggio hanno completamente riempito le tribune dello stadio Brunod di Chatillon.
Terminata la seduta la squadra è partita alla volta di Bari.
Ad eccezione di Padovan, Magnusson e Garcia Tena, sono stati convocati tutti i giocatori che stanno parte al ritiro di Chatillon, compreso Michele Pazienza, che si è aggregato al gruppo da due giorni.
Dalla Valle d'Aosta sono quindi partiti in 24.
Vucinic, in permesso per la nascita del figlio, raggiungerà i compagni a Bari, portando a 25 il numero dei giocatori a [...]

Leggi tutto l'articolo