Contro la Serbia niente Totti, confermato Inzaghi

APPIANO GENTILE (COMO) - Trapattoni dovrà rinunciare ancora una volta a Francesco Totti.
Il capitano della Roma non s'è ancora ripreso dalla forte botta all'anca rimediata nell'amichevole con il Betis Siviglia.
"Ho parlato con Francesco anche stamattina - ha detto il ct dopo l'allenamento degli azzurri - siamo d'accordo: lui era disponibile, ma viste le condizioni abbiamo deciso di soprassedere.
Io non potevo dare garanzia a lui, e lui non poteva darle a me.
In queste condizioni era assurdo chiedere qualcosa.
Non voglio interrompere il recupero verso il campionato".
Trapattoni ha precisato che non sarebbe meravigliato di vedere giocatore Totti domenica in campionato: "Al contrario, spero che recuperi.
Lo voglio a puntino anche per me.
Questo è un caso diverso da altre situazione, quando con una botta in campionato si giocava...".
Il "miracolo" che Trapattoni si augurava per mercoledì, quando la Nazionale incontrerà a Belgrado la Serbia- Montenegro, non è arrivato.
A Belgrado per le qualificazioni agli europei ci sarà invece Alessio Tacchinardi.
Il centocampista juventino, assente nel confronto di ieri sera con il Galles, è tornato ad allenarsi con la squadra.
Messo ko da un problema muscolare confermato dall'ecografia di ieri, ha anche partecipato alla partitella con una formazione giovanile dell'Inter.
E Tacchinardi, vista l'influenza che ha colpito nel frattempo Ambrosini, si candida così a un posto nel centrocampo azzurro che il ct Giovanni Trapattoni ha intenzione di rinforzare per mercoledì.
Il ct azzurro ieri era quasi commosso dallo storico confronto con il Galles finito 4-0.
E oggi è tornato volentieri a parlarne.
"Nel calcio che va male la Nazionale è un punto di riferimento per la gente" che a San Siro ha partecipato "in massa ed entusiasta, dando così una grande risposta", ha commentato Trapattoni.
"I giocatori italiani - ha aggiunto parlando della sua squadra - hanno qualcosa che gli altri non hanno, parlo della mentalità di giocare una partita per il risultato.
E' il nostro stile di gioco e quando c'è la possibilità di divertire ci riusciamo".

Leggi tutto l'articolo