Controllo lettere Bagarella in carcere a L'Aquila: Strasburgo condanna Italia

La Corte europea dei diritti dell'uomo ha condannato l'Italia per i controlli sulle lettere ricevute in carcere da Leoluca Bagarella.
Il boss, in carcere all'Aquila, dove sconta l'ergastolo, si e' rivolto a Strasburgo lamentando condizioni carcerarie 'disumane' ........e la violazione dei diritti rispetto alla corrispondenza.
La Corte, all'unanimita', ha concluso che e' stato violato l'articolo 8 (diritto al rispetto della vita privata e familiare) della Convenzione europea.

Leggi tutto l'articolo