Corea del Nord: un viaggio che segna per la vita

    Questo è un reportage che ci ha inviato Barbara Provvedi, che ha visitato la Corea del Nord nell'agosto scorso.
  di Barbara Provvedi   Arriviamo a Pechino, dopo 8 giorni di viaggio nella Repubblica Popolare Democratica di Corea e ci pervade inaspettata l’identica sensazione di aver rimesso piede sul Pianeta Terra.
Per noi terra è Pechino, nella Repubblica Popolare cinese, dove persino qui il socialismo pare abbia assunto sembianze “umane”.
Tutto ha inizio l’11 agosto 2016, con la partenza verso la Corea del Nord assieme a 11 clienti e la consapevolezza di ciò che tecnicamente la destinazione potesse offrire, senza però sapere a quali emozioni sarei andata incontro nel visitarla.
  “Perché vai in vacanza in Corea del Nord?” chiedono in molti.
“Cosa c’è da  vedere?”  Le domande ricorrono spesso tra i non addetti ai lavori.
Mi occupo di turismo e lavoro per un tour operator fiorentino specializzato in viaggi culturali, etnografici.  Da anni proponiamo itinerari nel “Paese del Caro Leader” ma l’estate 2016 ha avuto un boom di richieste inattese: l'ultima destinazione per i veri avventurosi in cerca di emozioni proibite.
L’ultima meta dei viaggi esotici è la COREA DEL NORD!   Avventura da pionieri   Molti sono i motivi per visitarla: innanzitutto il viaggio rappresenta l’opportunità unica di toccare con mano la realtà e farsi un’idea di com’era la Cina prima dell’apertura economica.
Nell’immaginario collettivo occidentale, la Corea del Nord rimanda subito ad un senso di pericolo, ad un Paese sull’orlo di un conflitto nucleare ed è probabilmente, ad oggi, l’unico vero regime socialista rimasto ancora in piedi.  E questo è senz’altro sufficiente a spiegare perchè, negli ultimi anni, il turista sia sempre più allettato dall’idea di essere un “pioniere” in cerca di un viaggio lontano dai luoghi comuni.
Le cose infatti stanno cambiando nel cosiddetto “Paese eremita” e Kim ha dato da tempo il suo benvenuto ai turisti stranieri.
  A partire dal gennaio 2013 il governo nordcoreano ha revocato il divieto di introdurre telefoni cellulari nel paese e ogni visitatore straniero ha la possibilità di viaggiare “liberamente” con la propria macchina fotografica - che sia vintage con rullino o super tecnologica da sembrare un bazooka.
Tuttavia, se da un lato si nota una maggior apertura al turismo, dall’altro è necessario tenere sempre a mente che viaggiare in Corea del Nord è certamente possibile ma solo attraverso gli appositi canali ufficiali, cioè le [...]

Leggi tutto l'articolo