Corona: Parla della sua storia con Belen, sui giornali mi fa ridere

 Per la prima volta Fabrizio Corona parla della fine della sua storia con Belen e come al solito non si censura: «Voglio bene a Belen, mi ha salvato la vita e mi ha regalato un amore folle, ma vederla sui giornali oggi mi fa ridere e mi fa pena al tempo stesso».«Quando ho conosciuto Belen sembravo posseduto dal demonio.
Se non ci fosse stata lei sarei finito male, con lei ho ricominciato a vivere.
Con me non c'è mai stabilità, specialmente se una donna è insicura.
Dopo la condanna di Torino (cinque anni di carcere per l'estorsione a Trezeguet nel processo Vallettopoli) sono tornato cinico e cattivo.
Una sera sono tornato a casa e ho detto a Belen: 'Non posso più permettermi di essere quello che sono sempre stato con te».Il fotografo parla anche del figlio che Belen ha perso: «Non le ho mai chiesto di fare un bambino, è sempre stata lei a volerlo caparbiamente.
Dopo quel dolore inspiegabile, a dicembre siamo partiti per le Maldive e ci abbiamo riprovato per due settimane, ma non era destino».Il re dei paparazzi spiega anche perché Belen si sia legata a Stefano De Martino: «Nessuno conosce Belen, ma lei ha bisogno di semplicità, di normalità, vive male anche il successo.
Lui l'ha fatta tornare alle sue origini e le ha dato quella parvenza di semplicità che ha placato la sua insicurezza. Poi ha fatto errori clamorosi, come quello di dire che non voleva parlare di questa storia, salvo rilasciare venti dichiarazioni il giorno dopo.
Un'artista come Belen non può andare in televisione a fare l'assistente di un ballerino e trovo singolare il fatto che la De Filippi l'abbia fatta intervenire in un programma che non è di gossip per farle dire che ama una persona.Forse, per rispetto verso Emma, avrebbe dovuto interrompere la collaborazione con Belen».
E conclude: «La rinuncia di Belen alla finale di 'Amicì' per i quattro fischi della sera prima è stata poco professionale.
Ha reso l'imitazione della bravissima Virginia Raffaele una pungente presa in giro che l'ha fatta passare da artista di serie A ad artista di serie C».

Leggi tutto l'articolo