Corriere della Sera

 
“ L'anniversario della nascita del luogo che ha segnato un'epoca. I 40 anni del Piper, l'Italia bipolare si spacca. Il locale del beat e delle ragazze yè-yè. Sinistra: fu lo specchio di speranze e illusioni. Destra: più rivoluzionario del '68.
ROMA — Il Piper di via Tagliamento compie quarant’anni. E l’Italia bipolare del 2005 si spacca sulla definizione politica da attribuire alla culla italiana della cultura beat e su ciò che fermentava, oltre i partiti tradizionali, a metà degli anni ’60. Tesi di Liberazione, firmata da Gianni Lucini: «Il Piper offre un grande laboratorio alla voglia di stare insieme di una generazione... in quell’antro fumoso ma pieno di musica e colori i giovani delle borgate romane incontrano i loro coetanei di Pavia o di Lecco...non è la rivoluzione e nemmeno nasce per esserlo. E’ soltanto un locale dove si incontrano le speranze e le illusioni di una generazione che nel 1965 si accontenta ancora di un sogno in musica e che qualche anno dopo tenterà di dare la...

Leggi tutto l'articolo