Corruzione in generale

“Gherardo Colombo, magistrato non più giudice, non ha rinunciato al suo impegno civile che esercita nelle aule delle scuole.
‹‹Siamo un popolo molto immaturo.
La nostra specialità è quella di rifiutare qualsiasi responsabilità.
L’assunzione di responsabilità non si raggiunge attraverso la pena, ma con la formazione e l’educazione.C’è continuità fra la corruzione di ieri e di oggi.
Anche allora non c’era vergogna per gli atti commessi, ma solo arrossimento per la perdita della reputazione.
La maggior parte delle persone coinvolte non hanno messo di corrompere o di essere corrotta.
Le indagini facevano emergere una corruzione quotidiana e su piccole cose: il vigile urbano che faceva la spesa gratis e intanto non controllava il salumiere, i pochi soldi che si prendevano in cantiere per chiudere gli occhi sul mancato rispetto delle misure di sicurezza, e via di questo passo.
Perché non ci si indigna per una cosa che faremmo anche noi; che, nel nostro piccolo, facciamo.
In cui, in segreto, ...

Leggi tutto l'articolo