Corte di Giustizia UE condanna l’Italia per i rifiuti campani. La colpa è, anche, dei giornalisti

Posted: 04 Mar 2010 10:38 PM PST di Francesco Piccinini BRUXELLES - Il 28 Ottobre 2009, in un articolo, avevamo documentato l’inadeguatezza delle politiche messe in piedi dal Governo e oggi arriva la bocciatura anche da Bruxelles.
Ancora rifiuti, ancora Campania.
La Corte Europea di Giustizia ha condannato l’Italia e la sua poltica basata su finzioni e proclami.
Rifiuti che spariscono per essere stipati nelle discariche costruite – da un giorno all’altro - su terreni che, fino a poco prima, ospitavano coltivazioni agricole.
Cumuli di “ecoballe” stipati al sole, con il percolato – il liquido che si forma dalla decomposizione dei rifiuti – che scivola nero e puzzolente nel terreno, raggiunge i canali e irriga i campi che si trovano a pochi metri dalle discariche.
Gli italiani davanti allo “schermo magico” ascoltano le falsità dei Tg mentre mangiano pomodori, lattughe e olio al percolato e applaudono al “miracolo”.
Le colpe sono chiare ed evidenti.
C’è la colpa del Governo di aver preteso di nascondere 55mila tonnellate di rifiuti, spostandoli dalle strade alle campagne.
C’è la colpa della Regione Campania che non è mai riuscita a dotarsi di un piano di smaltimento rifiuti.
C’è la colpa dell’informazione: di tutti i giornalisti (tranne due) che il 18 luglio, nella sala della Prefettura di Napoli, si levarono in piedi ad applaudire il Presidente del Consiglio invece di chiedere dove fossero finiti i rifiuti.
Un Governo che sposta i rifiuti dalle strade e li stipa in uno dei cuori pulsanti della sua agricoltura nazionale non può pretendere di farla franca.
Ci sono cittadini, giornali, associazioni che da mesi, anni, portano avanti una lotta affinché tutti siano informati su quanto successo in Campania.
Una galassia di Don Chichotte, uomini e donne lasciati da soli dai mezzi d’informazione, giovani e anziani inascoltati.
Istanze di cittadini taciute pur di non scontentare il politico di turno.
Ma come si può tacere davanti ad un tuo concittadino che vede il suo territorio devastato? Fin dove può arrivare la piaggeria? Si possono vendere la propria dignità e il futuro dei propri figli al mercato della politica? Questa maggioranza ha costruito la sua vittoria elettorale su un’emergenza rifiuti che non è stata risolta.
Lo stesso capo della Protezione Civile – Guido Bertolaso – ha costruito le sue fortune sulle immagini che lo ritraevano a pulire le strade della città, mentre la sua vice era indagata per illeciti nel ciclo di smaltimento rifiuti.
I mezzi di comunicazione hanno retto [...]

Leggi tutto l'articolo