Cosa diremo agli angeli di Franco Stelzer

Cosa diremo agli angeli di Franco Stelzer è l'intreccio di due vite raccontare da un solo narratore, due quotidianità che scorrono in alternanza. La prima, di un doganiere aeroportuale, è reale mentre la seconda, di un viaggiatore, è immaginata prendendo spunto dai pochi dettagli che il passeggero, ogni settimana inconsapevolmente, offre al banco dei controlli. 
Il doganiere senza nome racconta della sua vita modesta fatta di piccoli riti quotidiani. A termine turno pensa a quel che lo aspetta a casa: il cane Flick e un lavoro che, attraverso la fatica dello sforzo fisico, lo nobilita e lo affina.
Nel tempo libero infatti si dedica a piccone, badile e betoniera per ricavare nei sotterranei dell’abitazione una nuova stanza. Ed è soddisfatto, quando si accorge che le ore trascorse immerso in sudore e polvere sono quelle in cui non pensa e può dimenticarsi di ogni cosa.
Quando è in aeroporto invece guarda e immagina. Nel breve tempo in cui si svolge l’imbarco o sbarco dei passeggeri, att...

Leggi tutto l'articolo