Coscienze

La coscienza è spesso impegnata nella notte quando l'attività esterna del giorno ha impedito il suo lavoro e sostiene di essere assistita.
Andiamo in giro per il mondo durante il giorno, vediamo compagni piacevoli, siamo assorti in schemi terrestri, le cose di senso sono intorno a noi, il mondo è luminoso come un arcobaleno, e porta per noi nessun segno o pronostico del giudizio dei nostri peccati, e non ha alcuna conversazione con noi su questi argomenti, e la coscienza si ritira, per così dire, all'interno di un circolo interiore dell'anima.
Ma quando arriva la notte, e le strade sono vuote, e le luci sono spente, e gli affari, la danza e la gaiezza sono finiti, e il pallore del sonno è attratto dai sensi, e la ragione e la volontà non sono più sull'orologio , poi la coscienza esce solennemente, e cammina nelle silenziose camere dell'anima, e fa il suo sondaggio ei suoi commenti, e talvolta si siede e legge severamente il resoconto di una vita che l'uomo sveglio non avrebbe mai esami...

Leggi tutto l'articolo