Cose che ho imparato sui rapporti con l'altro sesso.

Lungi da me dire di essere diventata saggia, e ben consapevole che poi, nella follia dell'innamoramento, nell'emozione, tutto puo' essere stravolto, in tutti questi anni di storie finite piu' o meno bene (soprattutto meno), ho imparato alcune cose: che se uno vuole mandarti un sms, o chiamarti, lo fa e basta; che i motivi esterni cosi' gravi da tardare tanto un segno di presenza sono davvero pochissimi e in tutti i casi fin troppo gravi da poterli augurare; che se uno ha dei conflitti interiori tali per cui non riesce ad avere un rapporto sereno con telefono, pc, o un altra persona faccia a faccia è meglio che prima di rapportarsi con il mondo esterno li risolva, e che quindi non c'e' da star li' ad aspettarlo con ansia; che a volte si sbaglia, e si impara dai propri errori.
Ma a volte capita di incappare in veri e propri stronzi; che se si pesta una merda, bisogna pulirsi e andare avanti, non continuare a pestarla; che non tutti la pensano come la stiamo pensando noi in questo momento; che nel mondo occidentale certi comportamenti da attuare sono ben radicati e da tutti conosciuti; che bisogna diffidare delle persone sfuggenti, misteriose, non chiare; che ci sono molti modi di vivere un rapporto, ma se uno si comporta da stronzo, è uno stronzo; che se una persona è innamorata non ha paura di dirlo, nè tantomeno di dimostrarlo e non cercherà traumi infantili atti a spiegare un comportamento freddo; che se qualcuno ha il desiderio di passare del tempo con noi, ce lo farà sapere; che se una persona è molto egoista ed egocentrica, le esigenze altrui dovranno passare prima dal suo IO, e che comunque avrà una certa tendenza ad usare le persone.
e che il tutto vale per entrambi i sessi.
   

Leggi tutto l'articolo