Cosenza, tensione all’ospedale “Annunziata”: guardie giurate prese a calci e pugni

Cronaca 11/01/2017 Cosenza, tensione all’ospedale “Annunziata”: guardie giurate prese a calci e pugni Una persona è stata arrestata e un’altra è stata denunciata, rispettivamente per resistenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale, e resistenza a pubblico ufficiale.
Si tratta di L S., 29enne già noto alle forze dell’ordine per rapina, furto e con una misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Messina, e G.
O.
49enne.
Verso le 10 di questa mattina la volante e il reparto prevenzione crimine Calabria settentrionale, sono stati inviati all’ospedale Annunziata per una aggressione nei confronti di alcune guardie giurate.
Gli operatori di polizia giunti sul posto, hanno trovato i due che avrebbero preso le guardie a calci e pugni due.
In particolare uno avrebbe colpito con una testata al volto una Guardia Giurata, provocandole la rottura del setto nasale.
Gli agenti hanno quindi bloccato i due uomini, in evidente stato di ebrezza alcolica.
Poi gli agenti hanno ricostruito la vicenda scoprendo che le Guardie Giurate avrebbero invitato i due a lasciare i locali del locale Ospedale, perché intenti a bivaccare, bevendo alcolici e fumando in luoghi ospedalieri non consentiti, nonchè ad importunare le persone presenti all’interno dell’ospedale.
All’invito i due avrebbero prima resistito e subito dopo reagito con una violenta aggressione sia nei confronti delle stesse guardie giurate che degli operatori di Polizia intervenuti in un secondo momento.
I due, accompagnati presso gli uffici della Questura, erano censiti penalmente da precedenti di polizia.
Alla luce dei fatti accaduti L.S., è stato arrestato per resistenza e lesioni aggravate, mentre G.O.
è stato denunciato all’A.G per resistenza a Pubblico.

Leggi tutto l'articolo