Costi-benefici: la Tav è bocciata. E il governo trema.

 

QUESTO DICONO I GRILLINI POVERINI E CRETINI.GIUSTO COME DOVERE SOCIALE E PER IL BENE DEL ITALIA MA NON UTILIZZANDO LA TAV.
Si andrebbe verso una analisi tecnica negativa sui costi-benefici per la Tav. L’analisi è contenuta nella relazione consegnata al governo, definita ancora una «bozza preliminare». La notizia arriva da fonti dell’esecutivo, al termine del vertice svoltosi nella notte tra il 9 e il 10 gennaio a Palazzo Chigi sul tema dei migranti. Le stesse fonti precisano che nessuna decisione è ad oggi presa: si prende ancora tempo. Nel governo si confrontano le linee del M5s, che ufficialmente vuole lo stop dell’opera, e della Lega, che è invece è favorevole alle grandi e devastanti opere, in buona compagnia del Pd e Forza Italia, amplificati dai rispettivi giornali di riferimento. Su questa e altre questioni si accende, dopo l’approvazione della controversa manovra, la conflittualità fra il giallo e il nero della tavolozza di governo a uso e consumo della campagna elettoral...

Leggi tutto l'articolo