Cresce l'hype per il nuovo misterioso film di Nolan

Dopo aver raccontato il dramma della seconda guerra mondiale con “Dunkirk“, Christopher Nolan è pronto a regalare al pubblico un’altra pellicola.
Lo ha annunciato qualche settimana fa la Warner Bros, spiegando che “il film evento” del regista inglese arriverà nelle sale il 17 luglio 2020.
La casa di produzione non ha comunque fornito informazioni su titolo, cast o trama, facendo calare sul progetto uno strano alone di mistero.
Qualche dettaglio in più è arrivato comunque dalla stampa d’Oltreoceano: sappiamo che le riprese inizieranno il prossimo giugno, e che il film sarà un thriller romantico a metà strada tra “Intrigo internazionale” di Alfred Hitchcock ed “Inception“.
Per il suo nuovo film Christopher Nolan si avvarrà della collaborazione di Hoyte van Hoytema, già direttore della fotografia di “Interstellar” e “Dunkirk”, e ha annunciato che lavorerà a stretto contatto anche con gli esercenti dei cinema, così da rendere il progetto “l’esperienza da sala definitiva”.
Visto l’imminente inizio delle riprese, è possibile inoltre che già nelle prossime settimane comincino a circolare i primi nomi legati al cast del film.
L’hype dei fan è chiaramente alle stelle: Christopher Nolan è uno dei registi più apprezzati nel panorama internazionale, uno dei pochi in grado di mettere d’accordo pubblico e critica.
Sulle scene dal 1998, si è fatto notare per lo stile singolare di “Memento“, al quale ha fatto seguito il riuscito thriller “Insomnia”, con un Robin Williams mai così cattivo.
Il grande successo è però arrivato con la trilogia de “Il cavaliere oscuro“, rilettura in chiave dark della storia di Batman con la quale è riucito nel difficile intento di far incontrare cinecomic e cinema d’autore.
Altrettanto successo hanno riscosso “The prestige” e, soprattutto, l’onirico “Inception“, che ha consacrato il suo status di regista cult.
Nolan si è messo alla prova anche con la fantascienza, portando il pubblico nello spazio con “Interstellar“, e con la storia, con il già citato “Dunkirk“, che gli ha regalato la prima candidatura agli Oscar come miglior regista.
Insomma, finora il cineasta inglese non ha compiuto passi falsi, e l’uscita di ogni suo nuovo film è seguita con grande attenzione da milioni di fan in ogni parte del mondo.
Speriamo non ci deluda nemmeno stavolta.

Leggi tutto l'articolo