Crimini toscani del secondo dopoguerra raccontati da Umberto Giovine

Nella sua esaustiva ricerca giornalistica su Il banditismo in Italia nel Dopoguerra (1974), Umberto Giovine ci narra di tante storie criminali verificatesi nel nostro Paese negli anni immediatamente successivi il secondo conflitto mondiale: alcune più note, altre sottratte all’oblio proprio grazie al suo accurato lavoro. Quattro di esse, in particolare, ebbero quale teatro la Toscana: ed è proprio di queste che andremo ad occuparci.
La banda Brown
La prima ruota attorno alla figura di Jim Brown, disertore nero dell’esercito americano postosi a capo di una banda specializzata in furti di automezzi e rapine ai danni di altri militari statunitensi nella zona di Pisa, e la cui base di partenza era rappresentata dalla pineta del Tombolo, situata a pochi chilometri dalla città tra l’Aurelia e il mare. Si tratta peraltro di un tema affrontato anche dal cinema, e segnatamente da Alberto Lattuada nel film Senza pietà, in cui del fenomeno criminale legato all’occupazione alleata viene data una ...

Leggi tutto l'articolo