Cristiano Bergodi: Laziale!

Cristiano Bergodi è un Laziale purosangue! Nato a Bracciano, feudo laziale, e cresciuto a pane e Lazio, vestì l'amata maglia biancoceleste fin troppo tardi, alla fine degli anni '80, dopo una lunga esperienza nel Pescara di Galeone.
Fu protagonista, insieme a Gregucci, Ruben Sosa e ai mister dell'epoca, Materazzi e Zoff, in una Lazio che ancora doveva risalire ad alti livelli, ma che era ricca di passione e Lazialità: quella Lazialità che lui esprimeva soprattutto nei derby, quando era il primo a correre sotto la Curva Nord (prima ancora del goleador di turno!) in occasione dei gol e dei trionfi della Lazio.
E' rimasta celebre una sua esultanza rabbiosa e provocatoria di fronte alla curva sud stracolma di tifosi dell'altra squadra della Capitale, in occasione dell'incredibile pareggio realizzato da Ruben Sosa, allo scadere di un derby, dove la Lazio giocò quasi tutto il secondo tempo in 9 uomini.
Quel derby è nella memoria di tutti i laziali: la Lazio era andata sotto all'inizio della ripresa e in 9 contro 10 provò con cuore e orgoglio a risalire la china.
Ci riuscì incredibilmente nel finale! Bergodi fu un protagonista di quel derby, impedendo agli avversari di raddoppiare, prima che Ruben Sosa raddrizzasse la partita, segnando con un incredibile colpo di testa.
Quel pareggio fu come una vittoria, in un periodo in cui le soddisfazioni erano principalmente legate alle stracittadine.
Come non ricordare anche quel pareggio realizzato da Gascoigne al minuto 86 di un derby mal giocato o il rigore segnato da Signori in un Roma-Lazio 0-2 del '95? Chi fu il primo a correre insieme agli amati Gazza e Beppe-gol? Sempre lui, Cristiano Bergodi! Ora Bergodi è diventato un ottimo allenatore: è stato vice di Mimmo Caso nella travagliata stagione 2004, poi nelle migliori squadre di Romania e ora è il mister del Modena in serie B.
Non sarà facile salvare i "canarini" dalla serie C, ma Bergodi è un combattente nato e sicuramente ce la farà.
I suoi sette anni di Lazio ci hanno fatto conoscere le sue qualità tecniche e il suo cuore biancoazzurro, chissà se un giorno ci sarà spazio per lui sulla panchina della nostra Lazio.
Noi lo aspettiamo! Cristiano Bergodi, Laziale!   

Leggi tutto l'articolo