DA IMPRENDITORE A RAPINATORE, VESTITO DA 'MANDRAKE'. "COLPA DEI VIDEOPOKER"

Ancora una vittima da videopoker.
Un imprenditore edile si trasforma in rapinatore a causa delle perdite alle famigerate "macchinette elettroniche".
  MASCHERA DI MANDRAKE Con una maschera di Mandrake e un coltello un 56enne di Novellara (Reggio Emilia) si è presentato in un bar, subito dopo aver perso 500 euro.
La rapina non è riuscita e lui è fuggito.
Arrivato a casa, ha scritto una lettera ai familiari manifestando intenti suicidi.
I carabinieri, dopo una trattativa, lo hanno convinto a consegnarsi, e gli hanno strappato pure la promessa di curarsi dal vizio del gioco.  HA PERSO L'AZIENDA A causa del gioco, infatti, aveva perso anche l'azienda.
L'altra mattina, aveva anche tentato di tappare la bocca alla barista, ma lei nella colluttazione gli aveva strappato la maschera, e lui, convinto di poter essere riconosciuto, era scappato.
Oltre all'allarme al 112 dato dal bar, anche i familiari dell'uomo si erano messi in contatto coi militari.  Il maresciallo della stazione di Novellara è così riuscito ad avere con l'imprenditore un contatto telefonico, lo ha rassicurato e questi, accompagnato dal proprio legale, si è presentato in caserma, confessando.
È stato denunciato per tentata rapina aggravata, ma ha promesso di rivolgersi ad una comunità.

Leggi tutto l'articolo