DALLA CRISI DEL POLITICAMENTE CORRETTO ALL'EGEMONIA DEL POPULISMO

Questa è la prefazione che ho scritto al nuovo libro di Nicola  Casaburi, "Diario italico", edito da Marsilio, da qualche giorno in libreria.
Fra i mutamenti più eclatanti che caratterizzano l'attuale fase politica c'è il radicale cambiamento di segno nell'interpretazione di alcune tematiche di forte impatto sull'opinione pubblica: quello che all'inizio si presentava come un superamento del “politicamente corretto”, liquidato da studiosi e commentatori come un mero mutamento nei costumi linguistici, si è rivelato essere invece la prima manifestazione di una nuova egemonia culturale, che è alla base dell'attuale dilagare del populismo in tutto il mondo occidentale. 
Non siamo di fronte, in altre parole, al semplice imporsi di un nuovo paradigma linguistico, che sdogana le parolacce e privilegia nei discorsi la genuinità “popolana” alla comunicazione più ricercata delle classi colte e progressiste, connotata da scelte lessicali rispettose delle minoranze e dei gruppi più deboli: le parol...

Leggi tutto l'articolo