DANILO DOLCI: OGNI RAPPORTO VIVO È BIDIREZIONALE

PUOI CONDIVIDERE? OGNI RAPPORTO VIVO È BIDIREZIONALE ¤SERENO¤ Ai membri di AMICI DI DANILO DOLCI Sereno Dolci 02 marzo alle ore 22.42 Rispondi Dal nostro amico di PACE Germano Bonora: "L'idea di base della manifestazione organizzata da Dolci era molto simile a quella che ha mosso i cittadini de L'Aquila.
Diceva Dolci che se un operaio per protestare si astiene dal lavoro, allo stesso modo un disoccupato può scioperare lavorando.
Così gli Aquilani colpiti dai ritardi e dalle inadempienze del potere p...ubblico han deciso di rimboccarsi le maniche e di lavorare allo sgombero delle macerie..." Gian Carlo Caselli Il procuratore generale di Torino G.
C.
Caselli nell'articolo pubblicato oggi da Il Fatto fa riferimento allo sciopero alla rovescia messo in atto per la prima volta al mondo nel febbraio del 1956 da Danilo Dolci: "Per denunciare pubblicamente la cronica mancanza di lavoro, migliaia di siciliani, spingendoli in molti casi a subire la tentazione della tagliola dell'illegalità, Danilo Dolci decise di occupare con i cittadini di Partinico, per sistemarla e ripristinarla, la 'trazzera vecchia' , una strada demaniale divenuta inutilizzabile a causa dell'incuria dell'amministrazione".
Danilo e alcuni sindacalisti furono arrestati e processati a Palermo, difesi dal giovane avvocato Sorgi, padre dell'ex direttore de La Stampa, e da Piero Calamandrei che improvvisò un'arringa rimasta nella letteratura giuridica.
Caselli, alla morte di Danilo, dichiarò di aver scelto la procura di Palermo per amore di DANILO DOLCI, che aveva incontrato a venti anni, rimanendone affascinato per la coraggiosa lotta alla mafia che con la pesca di frodo affamava i pescatori e altri poveri cristi in combutta con il dominio politico-religioso.
http://www.youtube.com/watch?v=2WI3pYSSDww&translated=1 (PRIMA PARTE) http://www.youtube.com/watch?v=izQuxTxdhMU&feature=related (SECONDA PARTE)

Leggi tutto l'articolo