DCLeaks, la Russia smaschera il volto di George Soros

Quando si parla di George Soros si rischia di essere accusati di "complottismo paranoico". E' il modo migliore con cui certi "buonisti" cercano di liquidare chiunque provi a spiegare il ruolo che questo guru della finanza ha nella creazione di un Nuovo Ordine Mondiale. Un progetto globalista che George Soros cerca di realizzare con la sua Open Society, la società con la quale finanzia partiti di opposizione e assolda militanti e leader politici ben felici di assecondare i disegni di dominio dell'amico oligarca.
George Soros si maschera da filantropo, in realtà odia l'umanità e chiunque non la pensi come lui. Il suo nemico principale è Vladimir Putin. La sua colpa? Non voler sottomettere la Russia ai dettami del Nuovo Ordine Mondiale. E così, da oltre dieci anni, questo "mentore maligno" prova a fare in Russia ciò che è riuscito a fare in altre nazioni del mondo: alimentare opposizioni politiche, sobillare le piazze, infiltrare Ong, costruire manipolazioni mediatiche, promuovere dazi d...

Leggi tutto l'articolo