DIARIO di Pietro Follador

DIARIO di Pietro Follador
( 2 Puntata )
 
Siamo ancora nel 1943. Mentre Piero "Mort" scrive in segreto le sue riflessioni a Somor, i camini del Campo di sterminio di Auschwiz fumano notte e giorno, e l’Europa è un campo di battaglia e di lacrime…Certi sfoghi anche duri e irosi del Follador si devono inquadrare nel contesto di quel tempo. E poi lui non si sarebbe immaginato di apparire nel 2002 sul Bollettino Parrocchiale…
Certamente la figura di questo uomo sorprende e affascina seguendolo nelle sue invettive e nel suo racconto. Per lo meno è un esempio straordinario di LIBERTA’ e di PERSONALITA’ in un mondo dominato dalla paura e dalla meschinità soprattutto nelle idee.
 
In principio la propaganda tedesco-fascista ci aveva rimpinzato fino alla nausea delle notizie con le quali volevano dimostrare che i russi si erano preparati ad assalire l’Europa. Vero è che Stalin è imperialista come Hitler e come i fascisti, ma che si preparasse ad assalire l’Europa è falso e i fatti l’hanno dimos...

Leggi tutto l'articolo