DIO C'E'

Sarà attribuibile alla celebre formula di Einstein, ovvero alla diffusione delle dottrine orientali, oppure allo sviluppo tecnologico, ai progressi della scienza e alla maggiore consapevolezza delle masse, sta di fatto che l'equazione corrente, in termini di religiosità, oggi è data dal concetto di "Energia", come fonte primaria dell'universo e della vita quotidiana. Mi colpì, qualche anno fa, la frase di un mio carissimo amico ingegnere, che in un luogo silente, in mezzo ad un bosco di pini e rocce granitiche, a contorno di una piccola radura, attraversata da soffi di vento provenienti da varie direzioni, esclamò che in quel sito si raccoglieva una "forte energia".
Razionalista e positivista come lo conoscevo, mi parve un'affermazione inconsueta e stravagante da parte sua, ma da allora ho sentito pronunciare sempre più spesso e a tutti i livelli questo magico verbo.Ormai non si parla più di Dio, principio desueto evidentemente.
Al più si associa il termine ad Energia: questa si è appropriata della mente e della fantasia delle folle e ce la ritroviamo ad ogni piè sospinto nelle conversazioni pù banali: dal macellaio, dalla parrucchiera, al bar.
Dio ormai è uguale ad Energia e chi mai potrà dubitare della sua esistenza di fronte ad un corto circuito o ad una scossa per la dispersione di una presa?Altro che relativismo.
Dio c'è.Si vede e si sente.Basta accendere una lampada o suonare un campanello. 

Leggi tutto l'articolo