DISGUSTATA E' DIR POCO !!

Dolore, rabbia e, per quanto mi riguarda fregandomene dell'ipocrisia del buonismo cristiano, voglia di vendetta, visto che la giustizia è in mani criminali.
eh si, perchè non bastava che il festival di San remo, patetico e promiscuo come piace alla sinistra lo facessero iniziare il giorno di DOVEROSO ricordo delle Foibe, no, ci mancava anche la cerebrolesa speaker di una radiuncola italiana tale Jennifer Pressman che cercando di essere simpatica (cosa non riuscita anzi, si è presa una valanga di insulti e mi auguro il licenziamento in tronco) paragonasse le foibe ad una marca di pentole.La speaker cerebrolesa di RTL 102.5 che stamattina parlava delle FOIBE, ridendosela di gusto ha detto che sono una marca di pentole..
poi ha detto che era stato un massacro dei partigiani..
Demente, capra, ignorante! Che posso dire oltre al fatto che mi fate ribrezzo? ah si...
VAFFANCULO da parte mia e di Rossella! Giorno del Ricordo, giorno in cui si rammenta all’Italia quello che accadde 70 anni fa nella tormentata terra del nostro confine orientale, ove in molti pagarono per il fatto stesso di essere italiani.
Pagarono per tutti gli italiani.
No, ricordarlo così sarebbe fin troppo facile, addirittura banale.
Saremmo quasi una nazione seria, una roba che non è per noi.
Per noi l'unico giorno della memoria che ha valore è quello che non riguarda gli italiani.
Lì sì che andiamo giù bene con la retorica un tanto al chilo, ma il 10 Febbraio per l’Italia e per la Rai è solo il giorno in cui si canta e si ride.
Il giorno in cui inizia San Remo.
Le canzonette son meglio delle lacrime e la musica copre anche il ricordo delle urla strazianti di chi, ancora vivo, è stato gettato nell’abisso, mani e piedi legati col filo spinato.
Le mille bolle blu sono meglio delle mille bolle d’aria scaturite da mille bocche di italiani, mandati a picco dai partigiani di Tito, dopo averli illusi che sarebbero tornati in Italia con quelle barche.
Lasciati legati e ai ceppi, in preda all’asfissia e agli squali.
Una morte orrenda che non ci piace ricordare nella giornata dell'effimero e di Elton John venuto a propagandare le sue schifezze.
Le posizioni nella hit parade suonano meglio delle posture innaturali di troppi scheletri ancora insepolti.
10 Febbraio.
Inizia San Remo.
Costava tanto al nostro Governo intimare alla Maggioni di farlo iniziare l'8, e fare una pausa di doveroso raccoglimento il 10, trasmettendo in prima serata su di un canale RAI, non superiore al 2, quel “Magazzino 18”, come erroneamente indicato dalla presidente della Rai [...]

Leggi tutto l'articolo