DOPO PAUL,IL POLPO VEGGENTE,ECCO IL CALAMARO GIGANTE

P escato a Patti, in Sicilia, con una 'totanara'.
Un calamaro gigante, dal peso di 12,8 chilogrammi e lungo 1,90 metri, è stato pescato nel golfo di Patti, nel Messinese.
Catturato, a circa due miglia dalla costa e ad una profondità di circa 150 metri, da Nicola Pelleriti, presidente dell'associazione sportiva Patti Marina, con l'aiuto di un altro appassionato di pesca dilettantistica.
Il grosso esemplare di calamaro, mollusco appartenente alla famiglia dei cefalopodi, è stato pescato attraverso l'uso di una 'totanara' di piombo.
I calamari giganti, ritenuti un tempo creature mitiche, appartengono alla famiglia Architeuthidae, composta da circa otto specie del genere Architeuthis.
Sono abitanti delle profondità oceaniche che possono raggiungere dimensioni ragguardevoli: recenti stime parlano di dimensioni massime di 13 metri per le femmine e di 10 metri per i maschi, dalla pinna caudale fino all'estremità dei due lunghi tentacoli (essendo secondo solamente al calamaro colossale, rimane comunque uno tra i più grandi organismi viventi).
Il mantello, esclusi i tentacoli di circa 5 metri, è lungo circa 2 metri (più lungo nelle femmine, meno nei maschi).
Vi sono state voci che parlavano di esemplari lunghi oltre 25 metri (tentacoli compresi), ma nessun animale di queste dimensioni è stato documentato scientificamente, principalmente a causa delle profondità abissali a cui vivono.

Leggi tutto l'articolo