DOVE VOLANO GLI ASINI L'Italia sospesa fra il disastro e l'impossibile ritorno agli anni Cinquanta.

Dalla padella alla brace. Si oscilla fra il nulla della Casaleggio & C. e il nulla di Salvini & C. D’altra parte non poteva essere altrimenti. La Casaleggio, che per un certo tempo si è immaginata padrona dell’Italia, è in realtà una modesta società informatica (e nemmeno tanto brava), con qualche rudimento di marketing. La banda Salvini è guidata da un bullo padano, divoratore di Nutella (e si vede), con la consulenza economica di due sgangherati esperti (Bagnai e Borghi), giustamente considerati macchiette.
E così abbiamo le loro indicazioni. Per i 5 stelle, ormai in via di disfacimento (hanno ballato una sola estate) la Casaleggio propone un ritorno del glorioso Dibba. Se Di Maio di politica (e dello Stato) capisce zero, Dibba è un filo sotto. E infatti rilancia vecchie sciocchezze: la lotta ai poteri forti e non si sa bene a chi altro. Mulini a vento.
Salvini è più pericoloso. Pericoloso perché l’Italia che ha in mente (autarchica e agricola) è una roba che ci siamo lasciati tu...

Leggi tutto l'articolo