DOVI: SELLA GIUSTA AL MOMENTO GIUSTO? ANALIZZIAMO LE POSSIBILITA'.

L'approccio analitico, se vogliamo freddo, di Andrea Dovizioso potrebbe in questo momento essere perfetto per la Ducati.
Andrea lavorando piano piano, passo dopo passo, senza particolari up & down emozionali potrebbe indirizzare lo sviluppo della futura GP13 verso una direzione univoca (sperando per Ducati sia quella giusta).
Andrea è meno personaggio di Rossi e questo aiuterà la Ducati a lavorare con più serenità senza le pressioni che uno come Valentino porta.
Il lavoro analitico di Andrea basterà? Il Dovi è pilota veloce, molto veloce ma non un vincente (almeno sino a questo momento).
Rispetto alle passate esperienze in Yamaha e Honda Andrea è qui il primo pilota di un team ufficiale, ha una Casa a sua disposizione e questo sarà un grosso vantaggio sia dal punto di vista emotivo che tecnico.
Il Dovi è ora in condizione di fare bene oppure di fallire, si trova ad un bivio.
Il suo carattere prima che il suo manico farà la differenza.
Una Casa che, dopo alcuni anni, cerca riscatto spinta dalla nuova proprietà (Audi).
La voglia di riscatto a Borgo Panigale unita ai soldi che i tedeschi daranno un bella spinta al progetto GP13.
Le condizioni per il Dovi sono quindi "teoricamente" ideali.
I test odierni a Valencia sono andati molto bene, anche troppo forse.
Questo potrebbe creare un "falso" entusiamo.
A smorzarlo servirà il carattere analitico del pilota...
Quindi la discrimante del duo Ducati-Dovi è secondo me il modo di lavorare del pilota.

Leggi tutto l'articolo