DYBALA CREA, BUFFON CONSERVA

© foto di www.imagephotoagency.it La Juventus contro il Sassuolo vuole allungare il vantaggio sul Napoli, Allegri non si nasconde e sceglie una difesa a tre con Rugani, Barzaglie.
Bonucci, esterni offensivi come Alex Sandro e Cuadrado., centrocampo con Asamoah, Khedira e Marchusi ed attacco con Dybala e Mandzukic.
Subito Juventus con Dybala al primo minuto e paratona di Consigli.
Ci prova anche Mandzukic, una Juventus aggressiva che ci prova ma il risultato non si sblocca.
Occasioni anche per il Sassuolo in ripartenza, da notare quella di Alex Sandro parata da Consigli.
Dalla parte opposta Duncan ha una bella occasione ma spreca.
È ancora la Juventus, però ad andare vicina al vantaggio con Dybala prima e Khedira ad un metro dalla porta poi.
MAGIA DI DYBALA - La Juve passa al minuto trentacinque.
Bellissimo scambio tra Dybala e Cuadrado che riserve al limite Dybala che fa partire un tiro a giro alla Delpiero che fa esplodere lo Stadium.  Il primo tempo finisce con la Juve in vantaggio in modo meritato.
  Nella ripresa la gara non decolla.
La formazione bianconera controlla ma rischia sulle azioni offensive bianconere.
Gara tranquilla fino al minuto sessantanove, esattamente due minuti dopo che Buffon battesse Zoff, con occasioni per Khedira e Cuadrado poco reattivi a sfruttare un bell'assist di Dybala.
Esce Biondini ed entra Pellegrino.
Esce Khedira ed entra Pogba.
Ci prova Sansone ma Buffon dice di no.
La Juve accelera con una doppia occasione prima con Asamoah parato da Consigli e poi con Pogba e sempre Consigli respinge.
Entra Trotta ed esce Falcinelli.
Esce Dybala ed entra Morata.
Nel finale la Juve rischia su Sansone, Allegri corre ai ripari e toglie un esausto Mandzukic per Lichtsteiner, nel Sassuolo dentro il primavera  Adjapong.
Il finale è un po' di apprensione ma la Juve alla fine riesce a vincere ancora.
Ad un girone di distanza la Juventus batte il Sassuolo, vola a più sei e ora pensa al Bayern.
Gara attenta della Juventus, per Buffon il record è più vicino, mancano solo 4 minuti.

Leggi tutto l'articolo