Da Hayez a Boldini.

Cento opere, dalla Scapigliatura al Divisionismo, passando per la corrente dei Macchiaioli, fino alle influenze della Belle Époque parigina.
La sublime stagione italiana nel diciannovesimo secolo......Una prova coraggiosa, che merita un viaggio a Brescia, l'ha tentata la mostra "Da Hayez a Boldini.
Anime e volti della pittura dell'Ottocento", a Palazzo Martinengo, che rimarrà aperta fino all'11 giugno 2017.
Il giovane curatore Davide Dotti, longoniano di formazione, è riuscito a far centro seguendo due precise direzioni.
La prima è stata quella di portare nelle sale dell'esposizione dipinti provenienti soprattutto da collezioni private, offrendo così la possibilità di godere di opere inedite e spesso sorprendenti per la loro bellezza, e la seconda quella di mettere in evidenza nella scelta delle tele alcuni aspetti culturali, legati a tradizioni locali dell'epoca, in particolare lombarde e venete, che incuriosiscono e aiutano la comprensione del percorso....Quindi, l'allestimento...

Leggi tutto l'articolo