Da Roma in linea Stefano Imbruglia

di Stefano ImbrugliaSaranno i vulcani che spargono  onde magnetiche negative, sarà l’aria che si respira nelle isole  oppure l’estasi  che procura il  comandare in una società piccola come quella delle Eolie, ma fatto sta che cambiano i suonatori ma la musica non cambia.  I politicanti  che si susseguono al comando del Comune, come colpiti da improvvise e prolungate amnesie che durano per tutta la durata del mandato, dimenticano  i  proclami elettorali  e le “battaglie” ingaggiate con la controparte politica e, sordi alle lamentele che si levano dalla cittadinanza, perpetuano  il malcostume tipico degli amministratori precedenti.Normalmente,  nei  primi mesi di una nuova amministrazione  si nota qualche piccola differenza, ma l’attuale  maggioranza ha bruciato i tempi e si è  distinta  per la velocità con la quale si è adeguata al precedente andazzo.
Qualcuno potrà pensare che questa sia acrimonia, ma c’è uno dei lettori   in grado di indicare  un  solo punto di discontinuità con la precedente amministrazione?   Poche cose  utili  venivano  fatte per la collettività  dalla precedente amministrazione, pochissimo  fa  questa giunta.  La precedente maggioranza per dare prova della propria esistenza alla popolazione  concedeva “cittadinanze onorarie” à gogò;  a poco più di un anno dall’insediamento l’attuale maggioranza ha già  proposto la prima “cittadinanza onoraria”.
Ora, per completare il quadro e  il catalogo delle cose inutili da fare,  non ci resta che aspettare l’intestazione di qualche strada a qualche parente e/o padrino politicoCosì com’era sempre pronto il precedente sindaco a masturbare il proprio ego partecipando a tutte le manifestazioni -processioni possibili,  anche l’attuale primo cittadino,  così come il prezzemolo  accompagna le pietanze e sempre di tricolore fasciato , non manca di presenziare agli eventi nei quali può titillare l’amor proprio.Per la verità sull’esibizionismo è possibile notare una  differenza:  mentre con la precedente maggioranza c’era una netta predominanza dell’esibizionismo del singolo ,  con l’attuale  maggioranza  assistiamo ad espressioni di  esibizionismo di gruppo ( un’ epidemia di  perversione sessuale? ) .
Nelle manifestazioni-processioni  è oramai usuale vederli posare per le foto e salutare benedicenti, come non fa nemmeno il Papa, buona parte della Casta eoliana che si innalza leggera su   quelli che loro considerano sudditi.
Alcuni di loro, con un’eleganza che può [...]

Leggi tutto l'articolo