Da ieri al Giardino

“Da ieri, al Giardino Condiviso di via San Faustino a Milano, c'è un tiglio per Emilian, musicista romeno di strada morto il 5 luglio 2017.
Lo ha piantato un folto gruppo di cittadini del quartiere, soprattutto genitori dell'elementare di viale Romagna.
«Lo avevamo conosciuto accompagnando i nostri figli a scuola – racconta Michele Mondolfo –.
Per una dozzina di anni è andato al suo "posto di lavoro" al mercato del venerdì.
Suonava la fisarmonica e, gentile e sorridente, aveva conquistato la simpatia di tanti».  Emigrato per ragioni economiche dalla Romania rurale, Emilian abitava in una baracca.
Più volte sgomberato, si manteneva come aveva imparato in gioventù: negli anni di Ceausescu suonava nei ristoranti.
«A ottobre 2016 – racconta Stefano Perrone, altro dei papà della scuola – iniziò a chiedere aiuto perché preoccupato per la salute».
Erano i sintomi di un brutto tumore, che lo avrebbe stroncato nove mesi più tardi.
Un periodo reso un po' meno duro dalle amicizie costruite a...

Leggi tutto l'articolo